Main Menu
Ricette Napoletane

‘A ‘nzalata ‘e rinforz

ph: fonte da internet

‘A ‘nzalata ‘e rinforz” è una delle portate che non deve assolutamente mancare nel menù della vigilia di Natale. Di questo piatto sono note diverse varianti, ogni famiglia ha la propria, ma tutte discendono da quell’insalata natalizia che già nell’Ottocento il Cavalcanti aveva descritto nel suo libro di cucina.
Ci sono diverse spiegazioni al perchè viene chiamata insalata di rinforzo, quella più diffusa, secondo la quale il nome deriva dal fatto che l’insalata, man mano che si consuma, va rinforzata aggiungendo nuovi ingredienti, è in realtà un luogo comune, che ha però origine dalla pratica: questa insalata accompagna tutto il periodo natalizio fino al Capodanno e, quindi, partendo dalla Vigilia con gli ingredienti base come cavolfiore, papaccelle, olive, capperi ed acciughe, si rinnova via via nei giorni successivi integrando quello che è già stato mangiato o aggiungendo altri ingredienti. Altri attribuiscono il termine “rinforzo” all’impiego dell’aceto, acciughe e capperi che darebbero forza al cavolfiore, mentre altri ancora ritengono l’insalata un rinforzo dell’appetito in quanto per la presenza dell’aceto lo stimolerebbe tra una portata e l’altra.

INGREDIENTI

  • 1 cavolfiore
  • 1 scarola riccia
  • 100 g di olive nere di Gaeta
  • 100 g di olive verdi
  • 100 g papaccelle
  • 100 g capperi sotto sale
  • 100 g sottaceti misti
  • 8 acciughe sotto sale
  • pepe
  • sale
  • olio extravergine d’oliva
  • aceto

Lavare e tagliare il cavolfiore, dividendolo in tante piccole cimette. Lessarlo per circa 10 minuti in abbondante acqua salata (le cimette devono restare belle sode, non devono diventare molli). Scolare e lasciare raffreddare. Lavare e scolare molto bene la scarola riccia, spezzarla a mano in piccoli pezzetti e mischiarla alle cimette. Quando la cimette si saranno raffreddate, disporle in una grossa insalatiera e condirle con olio, aceto, sale e pepe q.b. e mescolare delicatamente.
Prendereo ora le pappaccelle, privarle del torsolo e dei semi e le tagliarle grossolanamente in spicchi. Pulire poi le acciughe sotto sale, dividerle in filetti e le tagliarle a pezzetti aggiungendole all’insalata insieme agli altri sottaceti, alle olive ed ai capperi dissalati. Mescolare il tutto e lasciare riposare.

Per dare tempo agli ingredienti di amalgamarsi si consiglia di preparare l’insalata di rinforzo il giorno prima. Ovviamente fare attenzione alla scarola riccia perchè col tempo appassisce (è possibile aggiungere la scarola alcune ore prima, rimescolando per far insaporire le foglie dell’insalata riccia).

ph: fonte da internet

ph: fonte da internet

Rispondi