Main Menu
News

Arte e Moda prendono forma per la sesta volta al Tunnel Borbonico

DSC_0071

Si è svolta ieri, 30 novembre, presso la Galleria Borbonica di Napoli la sesta edizione di “Arte e Moda prendono forma”, evento ideato da Ludovico Lieto.
Più di un chilometro di gallerie sotterranee che vanno da via Domenico Morelli ai vicoli di Monte di Dio e che per una sera si sono tinte di rosso con effetti speciali attinenti al tema “Napoli vulcanica”. Un tema che ha puntato i riflettori su uno dei simboli più importanti di Napoli: il Vesuvio. Il famoso vulcano è stato di ispirazione  sia per la mostra d’arte contemporanea, curata da Valeria Viscione di Visivo Experimental Gallery Project, che per le performance live di danza, teatro e musica previste per il grande evento. Ecco i nomi degli artisti “in mostra”: Luca “Zeus40” Caputo, Antonella Della Volpe, MakeAnObject, Tiziana Mastropasqua, Marco Minin, Petra Scognamiglio. Mr. Koso ha messo in mostra elaborati di forma quadrata e circolare che fissano diversi elementi e momenti caratteristici delle eruzioni vulcaniche. Dario Di Franco ha partecipato con una selezione di tele e con un’installazione dal titolo “Napoli Feminae”; l’artista ha realizzato l’opera “a quattro piedi”, ovvero facendo danzare una ballerina sulla sua tela dopo averle fatto intingere i piedi nel colore. Dalle tracce che la danza ha lasciato è venuta fuori l’immagine di un vulcano.

Come per ogni edizione, si è ritagliata uno spazio notevole dell’evento con i “tableaux vivants” di modelle che hanno posato e sfilato per importanti marchi e aziende, mescolandosi come delle opere d’arte all’interno delle scenografie naturali dell’affascinate tunnel sotterraneo. Per la moda femminile sono stati protagonisti gli abiti da sera firmati Ombelico, mentre per la moda maschile è stata allestita un’installazione ispirata al connubio “arte e moda” a cura della boutique Officine di via Carlo Poerio a Napoli. Per gli accessori ancora un’installazione a cura dello stilista Paolo Rinaldi, firma prestigiosa della pelletteria “Made in Italy”, che ha presentato in esclusiva mondiale “Jaqueline”, la sua nuova creazione dedicata al famoso designer Stephen Manniello, noto per le creazioni di capi e accessori sviluppati sulla base di forme geometriche (diventò lo stilista delle first lady come Jaqueline Kennedy e Ilary Clinton). Altre installazioni moda, infine,  a cura dell’Accademia della Moda di Napoli (opere di Amalia Pierantoni, Alessandra Rossi e Francesca Vastarello).

Ad incorniciare la collettiva d’arte ed i momenti moda, per la serata performing arts con il fotografo Matteo Anatrella e il progetto Soul & Matrix, Anna Malinconico con il corpo di ballo “Lunacy” (che ha effettuato una performance live di danza contemporanea ispirata al tema del fuoco e della passione), gli artisti Agnese Claudia Masucci e Giuseppe Tuzzi con un bodypainting doppio ispirato al tema della serata, e per finire la compagnia dei danzAttori (di Mauro Maurizio Palumbo) con la performance “Eìsodos – l’ingresso alla comunicazione non verbale”.

Partner dell’iniziativa il ristorante Cieddì, che ha deliziato il palato degli avventori con la sua cucina negli spazi della cisterna del Tunnel Borbonico, e il sushi bar Giappo che ha fatto un collegamento tra il Vesuvio e il vulcano più famoso del Giappone, ovvero il Fujiyama.

 

Rispondi