Main Menu
Arte/Musei

Dai sotterranei Gotici della certosa di San Martino alle sale di Palazzo Reale.Fine settimana di Pasqua ricco di Cultura

Sala Palazzo Reale

Per il fine settimana di Pasqua sono in programma una serie di iniziative culturali a Napoli da non perdere. Dai sotterranei Gotici della Certosa di San Martino, le sale di Palazzo Reale, il Museo Duca di Martina ed il Museo storico Archeologico di Nola in onore del bimillenario della Morte dell’Imperatore Augusto.
Organizzato dal Ministero dei Beni e delle attività Culturali e del TurismoPolo Museale della Campania – e grazie ai percorsi gratuiti che verranno offerti da Campania>Artecard, sarà un fine settimana ricco di cultura e storia per fare un viaggio nel passato di Napoli, dall’architettura ai personaggi illustri.

Napoli, Certosa e Museo di San Martino – Sotterranei Gotici
sabato 4 aprile – ore 15.30 / 16.30 / 17.30
lunedì 6 aprile – ore 10.00 / 11.00 / 12.00
OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE al numero verde campania>artecard  800 600 601 da cellulari
+39 06 39967650

Celati al pubblico per anni, i Sotterranei della Certosa di San Martino si svelano oggi in tutta la loro imponenza e testimoniano delle vicende che hanno visto la trasformazione dell’edificio soprastante da severa costruzione gotica a sontuoso complesso barocco. Le altissime arcate a sesto acuto, tipiche del gotico, sono, infatti, insieme a poche altre tracce, ciò che resta dell’impianto gotico trecentesco della Certosa voluta da Carlo figlio di Roberto d’Angiò. Oggi restituiti ai visitatori, i Sotterranei custodiscono le opere scultoree e le memorie epigrafiche di Napoli, datate tra il ‘300 e il ‘700. La visita a questo straordinario complesso aggiunge ancora meraviglia ad una città che nasconde tesori tutti ancora da scoprire.

Napoli, Palazzo Reale
L’Antico a Palazzo Reale- Visita alle sale “alla pompeiana”
sabato 4 aprile – ore 11.00
OBBLIGATORIA LA PRENOTAZIONE al numero verde campania>artecard 800 600 601 da cellulari
+39 06 39967650

Un percorso attraverso le sale, dalle colte decorazioni “alla pompeiana” dell’appartamento privato di re Ferdinando II. La visita agli ambienti, restaurati e allestiti con arredi neoclassici consentirà ai visitatori di osservare alcune suppellettili, tra cui due consoles con i “Marmi del Regno”, opere dello scultore Joseph Canart e di un intagliatore napoletano, e le decorazioni parietali in stile pompeiano realizzate per impreziosire il “Quartino privato di Sua Maestà” dove talvolta il Re usava ricevere gli ospiti. Una passeggiata attraverso le stanze di questo “appartamento minore” – dotato pure di un accesso indipendente al mare – per cogliere aspetti inediti della storia del palazzo e dei suoi illustri ospiti attraverso la visita a luoghi solitamente non inclusi nell’itinerario di visita dell’Appartamento Storico.

Ingresso ai siti a pagamento o con campania>artecard in corso di validità. Partecipazione gratuita alle visite guidate fino a esaurimento posti disponibili. Prenotazione entro il venerdì 3 aprile per le visite di sabato 4 aprile. Prenotazione entro sabato 4 aprile ore 14 per le visite di lunedì 6 aprile

Incontri

Museo Duca di Martina
Domenica 5 Aprile, ore 8.30 – 14.00
 “I Capolavori del Duca”La cassetta reliquiario di Santa Valeria

Domenica 5 Aprile il Museo Duca di Martina offre ai suoi visitatori un approfondimento sul Reliquiario con Storie della Leggenda di Santa Valeria, la cassetta è una manifattura di Limoges, in smalto champlevé su rame del XIII secolo.
Si narra che la Santa di Limoges fosse stata promessa sposa ad un proconsole di Nerone, ma che durante la sua assenza per una guerra si fosse convertita e avesse fatto voto di castità. Un volta ritornato in patria, vedendosi rifiutato, questi la condannò a morte per decapitazione. La santa, decollata, attraversò tutta Limoges e consegnò la sua testa a San Marziale.

Mostre

Inoltre, al Museo storico archeologico di Nola, è possibile visitare la mostra Augusto a Nola”     aperta domenica 5 aprile – chiusa lunedì in albis

In occasione del bimillenario della morte dell’Imperatore Augusto, l’esposizione presenta un itinerario augusteo tra le collezioni archeologiche del Museo nolano. (19 marzo – 31 maggio 2015)

 

Immagine di Copertina: Fonte Internet.

Rispondi