Main Menu
Ricette Napoletane

La crostata, leggenda e ricetta

ph: fonte da internet

La crostata per molti è il dolce dell’infanzia. Un dolce semplice e buono a cui non si riesce a resistere. Ma qual è la sua origine? La crostata è forse uno dei dolci più antichi della cucina italiana. Il tutto nasce da una leggenda che racconta “… di un rito pagano in onore della sirena Partenope, che si dice fosse innamorata di Ulisse ma lui la rifiutò ed ella per il dolore si uccise e dove ella morì sorge Castel dell’Ovo. Infatti, Partenope aveva stabilito la sua dimora nel golfo di Napoli, e ad ogni primavera risorgeva dalle acque ed allietava le popolazioni del luogo col suo canto. Gli abitanti, per ringraziarla, decisero di farle dono delle cose più preziose che avessero. Incaricarono sette fanciulle di consegnare i doni, tutti simbolicamente rappresentativi: la farina (forza e ricchezza), ricotta (lavoro e frutto), uova (rinnovamento della vita), grano tenero bollito nel latte (a simbolo dei due regni), l’acqua di fiori d’arancio (simboleggiante il ringraziamento della natura), le spezie (rappresentanti i popoli lontani) e lo zucchero (simbolo della dolcezza del canto di partenope). La leggenda si conclude con Partenope che pone i doni ricevuti ai piedi degli dei, i quali apprezzando, le restituiscono il dolce. A quel punto la sirena, contenta dell’apprezzamento anziché mangiarlo, lo dona agli abitanti che avevano mostrato tanta generosità”. In realtà, come molti di voi avranno intuito, la leggenda parla della “pastiera” (tra i doni che la sirena aveva ricevuto c’erano, infatti, la ricotta e il grano), dolce tipico della tradizione partenopea, ma la crostata ha con la pastiera molti punti di contatto. Ad esempio entrambe sono a base di pasta frolla. Tuttavia la crostata può essere farcita in vari modi (marmellata, crema, cioccolato, ecc…), dipende dai gusti e dalla fantasia di chi la prepara.

INGREDIENTI PASTA FROLLA

  • 300 gr di farina
  • 120 gr di burro
  • 150 gr di zucchero
  • 1 uovo intero
  • 1 tuorlo
  • 1 scorza di limone grattuggiato
  • un pizzico di sale

FARCITURA

  • 1 vasetto intero di marmellata, rigorosamente fatta in casa

Disponete la farina a fontana e al centro aggiungete le uova, lo zucchero, il burro, che avrete fatto ammorbidire a temperatura ambiente e tagliato a pezzetti, la scorza grattugiata del limone e il lievito. Lavorate l’impasto con la punta delle dita per amalgamare al meglio gli ingredienti e con il composto formate una palla. Avvolgetelo con la pellicola trasparente e mettete a riposare in frigo per 30 minuti in modo che si indurisca per essere lavorato meglio. Una volta tirato fuori sarà pronto per preparare la vostra crostata.

Stendete la pasta frolla su un foglio di carta forno, spolverizzato con poca farina. Imburrate ed infarinate uno stampo da crostata di 24/26 cm di diametro e ponete il disco di frolla al suo interno. Eliminate l’eccesso di pasta frolla e tenete da parte. Bucherellate il fondo della frolla con i rebbi di una forchetta, versate la marmellata, livellate la superficie. Con la rotella date forma alle vostre strisce di pasta frolla. Posizionatele sulla superficie della crostata ed infornate a 180° per 20 minuti circa. Lasciate raffreddare la crostata con marmellata di mirtilli e spolverizzate di zucchero a velo. Adagiate su un piatto da portata e servite.

ph: fonte da internet

ph: fonte da internet

Rispondi