Main Menu
Luoghi

La Fontana del Gigante, la bellezza di via Partenope

fontana

In via Partenope a poca distanza da Castel dell’Ovo si erge la Fontana del Gigante, un imponente struttura che risale al XVII secolo.             Fu realizzata da Pietro Bernini e Michelangelo Noccherino su commissione del duca d’ Alba don Antonio Alvarez di Toledo.             La struttura presenta tre archi a tutto sesto sopra i quali vi sono i grandi stemmi della città, i vicerè di Napoli è anche il re di quel periodo storico. Nell’ arco centrale si trova la tazza che è sorretta da due animali marini, nei due archi laterali vi sono due statue, le cariatidi ,che rappresentano divinità fluviali che stringono fra le mani due mostri del mare. Le due statue sono intente nel reggere cornucopie.

Inizialmente venne collocata in largo di Palazzo, l’attuale Piazza Plebiscito,dove oggi vi è la salita del Gigante. In prossimità della fontana vi era la statua colossale del Gigante, costruita nel 1670, dopo che a Pozzuoli fu ritrovato un busto raffigurante Giove , a cui furono aggiunte le altre parti. La statua fu rimossa nel 1807.

Ma quando iniziarono i lavori di sistemazione della salita del gigante, la fontana fu spostata.Passarono tantissimi  anni prima che ebbe nuovamente una collocazione. Ciò avvenne nel 1882 quando fu posta viucino al palazzo dell’immacolatella al molo piccolo,infatti la fontana è anche detta dell’ immacolatella.

Questa collocazione durò solo 4 anni, fu rimossa nel 1886 a causa dei lavori di ampliamento del porto. Fu collocata solo nel1889 all’interno della villa del Popolo, ma neanche questa fu la sua locazione ultima.

Infine nel 1905 a causa del declino in cui viveva villa del Popolo, circondata quasi completamente dall’area portuale, si decise saggiamente di spostarla. Finalmente nel 1906 trovò la sua dimora fissa ,ossia lo slargo terminale di via Partenope.

 

Rispondi