Main Menu
Ricette Napoletane

La ricetta del polpo alla Luciana o,come si chiama a Napoli, “o purp affugat”

ph: fonte da internet

Si tratta di una vecchia ricetta della cucina napoletana poco elaborata. Il polpo, e non il polipo, è un animale marino molto magro e ipocalorico.
I polpi possono essere: veraci, moscardini e sinischi. Il verace possiede tentacoli con due file di ventose e vive esclusivamente vicino agli scogli. I moscardini e i sinischi hanno tentacoli con una sola fila di ventose. I primi vivono tra gli scogli e la sabbia, i secondi solo sui fondali. I più saporiti sono, naturalmente, i veraci.
Il polpo alla Luciana è un classico esempio di cucina partenopea: una pietanza ricca, salutare e saporita! Il nome della ricetta deriva dai vecchi pescatori di “Santa Lucia”, il più antico borgo marinaro di Napoli, che erano abili nel cucinare ciò che pescavano in modo semplice e gustoso. 

INGREDIENTI

  • 1 kg di polpi veraci (da 200/250 g circa ognuno)
  • 1 bicchiere di olio extra vergine d’oliva
  • prezzemolo
  • 1 peperoncino
  • sale
  • mezzo bicchiere di vino bianco secco
  • 3 pomodori pelati

Ripulire per bene i polipetti, come nell’antica tradizione l’aglio veniva messo intero nella testa del polpo insieme al prezzemolo olive e capperi, riporli in un tegame insieme a tutti gli altri ingredienti. Mettere il coperchio (sigillarlo bene per non far perdere l’umidità). Far cuocere senza mai alzare il coperchio per circa 2 ore a fiamma bassa.

Un famoso detto napoletano dice: “O purpo se coce dint’alla’acqua soja”.

ph: fonte da internet

ph: fonte da internet

Rispondi