Main Menu
Ricette Napoletane

La tradizione del Limoncello (antica ricetta)

limoncello mod

Secondo la tradizione, il limoncello nasce agli inizi del Novecento; la sua paternità viene contesa tra sorrentini, amalfitani e capresi. Dobbiamo ammettere però che è la città di Capri ad avere un vantaggio sugli altri; proprio una famiglia di Capri infatti è stata la prima a registrare il marchio “Limoncello” ormai conosciuto in ogni angolo del mondo. Si narra di una pensione dell’Isola Azzurra, un piccolo e caratteristico ritrovo dove sorgeva un meraviglioso giardino di limoni e di arance. A curare questa oasi di profumi e di sapori era la signora Maria Antonia Farace che con quei limoni creava un liquore davvero eccezionale che offriva a tutti i suoi ospiti. Maria Antonia tramandò la sua ricetta al nipote Massimo Canale, che nel dopoguerra aprì un ristorante vicino alla villa di Axel Munte. In quel ristorante si serviva proprio il famoso Limoncello di sua nonna. La ricetta arrivò anche a suo figlio, Massimo Canale, che decise addirittura di dare il via ad una piccola produzione artigianale di Limoncello. Fu proprio lui a registrare il marchio nel 1988. Nonostante la registrazione del marchio, lungo la costa di Amalfi e di Sorrento si raccontano altre storie. C’è chi dice infatti che tutte le famiglie di Sorrento fossero solite offrire ai loro ospiti un po’ di quel prezioso liquore giallo già a partire dai primi anni del 1900. Si narra anche che questo liquore abbia in realtà origini ancora più antiche e che venisse utilizzato da tempo immemore dai pescatori di Amalfi per cercare di non sentire il freddo pungente dell’inverno. Dove sta la verità? Impossibile dirlo con precisione. Quel che è certo è che il Limoncello è un liquore dal sapore intenso, un sapore che può essere ottenuto solo con i limoni di questo tratto di costa. Sia che la paternità sia di Amalfi, di Sorrento o di Capri quindi poco importa. Il Limoncello ormai ha fatto il giro del mondo intero, un liquore famoso che tutti ci invidiano e di cui non possiamo che andare fieri. Scopriamo la ricetta:

 

INGREDIENTI

  • 6-7 limoni grandi di Sorrento
  • 1 litro di alcool 95°
  • 1 litro d’acqua naturale
  • 600 gr. di zucchero

Lavare e spazzolare i limoni in acqua. Sbucciare i limoni di Sorrento appena lavati, facendo molta attenzione a non tagliare anche la parte bianca. Mettete le scorze di limoni a macerare in un litro di alcool 95° chiudendo il contenitore. Lasciare a macerare per una settimana in un luogo protetto dalla luce e abbastanza fresco. Smuovere più volte al giorno il contenitore. A questo punto le bucce nell’alcool saranno completamente bianche e l’alcool giallo, si può dunque procedere nella preparazione: far bollire l’acqua e sciogliervi dentro lo zucchero ottenendo così uno sciroppo. Dopo aver raffreddato lo sciroppo, versarlo nel contenitore con le scorze di limone. Filtrare il limoncello mettendolo nelle bottiglie (ne serviranno almeno 2 da 750 ml. e una da un litro) con l’ausilio di un imbuto con all’interno una garza ripiegata più volte su se stessa.Tappare le bottiglie, far passare 40 giorni lasciando riposare sempre in un luogo fresco e buio. E’ possibile filtrate il limoncello nuovamente se lo si desidera più trasparente. Mettere il limoncello in freezer.

limoncelloph: fonte da internet

Rispondi