Main Menu
News

l’antica Pompei ricostruita con i mattoncini LEGO. Ecco l’impresa di un Australiano

lego Pompei

Chi di noi non ha mai giocato con i famosi mattoncini LEGO? Entrati ormai nella vita quotidiana di oguno di noi da decenni, i famosi mattoncini non fanno divertire solo i piu piccoli ma anche i grandi, che si cimentano a fare mega costruzioni spesso e volentieri fedeli riproduzioni di monumenti importanti o siti di interesse mondiale.
Questa volta è stato riprodotto un sito che soprattutto a noi Napoletani sta molto a cuore; stiamo parlando di una fedele riproduzione dell’antica Pompei. L’autore di questa splendida opera si chiama “Ryan McNaught” soprannominato “The Brickman“, uno dei dodici costruttori ufficiali Lego al mondo autorizzati dalla stessa azienda Danese.

The Brickman, Australiano di Melburne, ha avuto in esposizione fino alla fine di novembre scorso, questa splendida riproduzione della città romana distrutta dall’eruzione del Vesuvio del 79 D.C., presso il museo Nicholson dell’Università di Sydney, riscuotendo un enorme successo. 190 mila mattoncini colorati e ben 500 ore di lavoro, ricostruendo il foro pompeiano, il tempio di Zeus, la basilica, il macellum, l’edificio di Eumachia, via dell’Abbondanza l’anfiteatro e la famosa Palestra dei Gladiatori. Il “Costruttore” non è nuovo a queste prodezze, ma senz’altro questa è stata l’opera più bella e piu visitata che abbia mai riprodotto e dichiarando: “Ricreare Pompei è stato molto emozionante e complicato. Ho dovuto costruire la città su due distinte metà, perché non riuscivo a far passare un blocco unico attraverso le porte della mia officina“.

Beh che dire…aspettiamo questa opera a Napoli per poterne avere il privilegio di poterla ammirare.

 

Immagine di coprtina: Fonte Internet.

Rispondi