Main Menu
Mostre/Eventi

#Obey. Grande successo al Pan

10806455_10205097598935160_4545321998265782039_n

Grande successo per i primi giorni di mostra al PAN – Palazzo delle Arti Napoli – per SHEPARD FAIREY meglio conosciuto come OBEY.
L’artista Statunitense cresciuto nella Carolina del Sud, ha accresciuto la sua fama grazie all’immagine stilizzata in quadricromia di Barack Obama sovrapposta ai termini Hope (speranza), Change (cambiamento), Progress (progresso), divenuta simbolo della campagna elettorale
del futuro presidente degli Stati Uniti d’America nel 2008 e che, grazie a questa sua Arte, il famoso critico d’arte del New Yorker, Peter Schjeldahl, l’ha definita “la più efficace illustrazione politica americana dai tempi dello Zio Sam”.

90 opere esposte che raccontano l’evoluzione stilistica di Shepard Fairey, come la serie realizzata per la città di Venezia, Obama Manifest Hope, la monumentale tela, finora mai esposta, a cui si affiancano lavori provenienti da collezioni private. Tutto questo grazie al duro lavoro per realizzare questa mostra di caratura internazionale curata da Massimo Sgroi, organizzata da Password Onlus, in collaborazione con l’Assessorato alla Cultura e al Turismo del Comune di Napoli, col patrocinio del Consolato degli Stati Uniti d’America a Napoli, con il supporto di Jaguar Land Rover e la collaborazione di Tudor, di Giglio Arte e dell’Associazione Spirale d’Idee. La prima mostra museale di Shepard Fairey in Europa e che quindi porta Napoli ad essere la città che ospita una mostra di valenza internazionale e dove verranno anche dall’estero per poter ammirare uno dei massimi esponenti della Street Art.

La Password Onlus, organizzatrice dell’evento, è un’associazione culturale con sede a Milano, nata nel 2003 con l’obiettivo di progettare, realizzare e promuovere eventi culturali e mostre con alto valore artistico, ponendo particolare attenzione al periodo contemporaneo. Le radici dell’associazione sono caratterizzate dalla cura e dalla passione attraverso la quale si avvicina il pubblico ai linguaggi dell’arte contemporanea, Il progetto della mostra Shepard Fairey #OBEY ha lo scopo di portare a Napoli alcuni dei più importanti lavori di street art realizzati negli ultimi anni da uno dei protagonisti più noti e influenti della scena artistica contemporanea. Il rapporto tra arte e strada si è intensificato: le istituzioni si concentrano sempre di più nel coinvolgimento degli street artists incrementando il dialogo e le collaborazioni.
Il fine ultimo della mostra è permettere ai cittadini, primi fruitori della città, di avvicinarsi all’evoluzione dei percorsi artistici e di sentirsi parte del mondo che cambia. E’ un nuovo genere di arte che ha ormai un ruolo predominante in tutto il mondo, e conferma la città di Napoli come protagonista della cultura e della contemporaneità, sensibile e attenta alle nuove tendenze, conferendole un ampio respiro internazionale.non sempre di facile accesso e di immediata lettura.
Secondo il presidente Luca Giglio, “il racconto dei contenuti dell’artista e dei suoi lavori nei musei e negli spazi pubblici, diventano la password per avvicinarsi e capire il mondo dell’arte ed il rapporto tra l’artista e il patrimonio artistico e architettonico di una città”.

SHEPARD FAIREY #OBEY

Napoli, Pan | Palazzo delle Arti Napoli – Palazzo Roccella (via dei Mille 60)
Dal 6 dicembre 2014 al 28 febbraio 2015

Orari:
dal lunedì al sabato dalle ore 9.30 alle ore 19.30; domenica dalle ore 9.30 alle 14.30.

Ingresso:
€ 8,00 intero; € 6,00 ridotto (ragazzi dai 6 ai 26 anni; over 60; insegnanti; giornalisti non accreditati con tesserino;
forze dell’Ordine non in servizio; T.C.I.; titolari di apposite convenzioni); € 4,00 ridotto portatori di handicap; Gratuito
per bambini fino a 5 anni, accompagnatore di disabile e giornalisti accreditati; Biglietto famiglia valido per 4
persone: € 20,00; Ridotto scuole € 4,50 (Min 15/ Max 25) con due accompagnatori gratuiti; Ridotto gruppi € 6,00
(Min 15/ Max 25) con un accompagnatore gratuito

Per maggiori informazioni visitate il sito della mostra di Obey

 

Rispondi