Main Menu
Luoghi

Una piacevole passeggiata: villa comunale, lungomare, Fontana del Gigante e Castel dell’Ovo

fontana del gigante

Via Caracciolo, su cui si affaccia la Villa Comunale, segna l’inizio del Lungomare di Napoli arrivando da Mergellina.
La Villa Comunale si estende per oltre 1 km tra piazza della Vittoria e piazza della Repubblica. Il suo primo nucleo risale al 1697: un doppio filare di alberi abbellito da 13 fontane costruiva lungo la Riviera una prima idea di “passeggiata”. Nel 1778-80 l’area fu convertita in vero e proprio giardino pubblico urbano, per opera di Carlo Vanvitelli.
Il Lungomare prosegue su via Partenope: qui, in origine, arrivava il mare.
Nel 1869 iniziarono i lavori della colmata che prolungò la terraferma dalla precedente linea frangiflutti – al Chiatamone – verso la perpendicolare di Castel dell’Ovo. A conclusione dei lavori, sulla colmata vennero realizzati il nuovo Borgo Santa Lucia e via Partenope. Sul lato destro di via Partenope, poco prima di giungere all’altezza di Castel dell’Ovo, è ubicata la Fontana del Gigante, una delle fontane monumentali di Napoli di inizio XVII secolo.
Opera di Pietro Bernini e di Michelangelo Naccherino, la sua prima collocazione è stata in Largo di Palazzo (l’attuale piazza Plebiscito), nel punto dove oggi inizia la salita del Gigante, odierna via Cesario Console. Ha poi cambiato più volte collocazione, fino ad assumere la posizione attuale nel 1906. Castel dell’Ovo è il castello più antico della città. Il suo nome deriva da un’antica leggenda secondo la quale il poeta latino Virgilio – considerato, nel medioevo, anche un mago – nascose nelle segrete dell’edificio un uovo, che manteneva in piedi l’intera fortezza. La sua rottura avrebbe provocato non solo il crollo del castello, ma anche una serie di rovinose catastrofi alla città di Napoli.

Rispondi