Main Menu
Arte/Musei

Video Mapping all’Accademia delle belle Arti. Valentina Calabrese da vita al David di Michelangelo

Un nuovo talento dell’Arte brilla nella nostra città. Stiamo parlando di Valentina Calabrese, studentessa dell’Accademia delle Belle Arti di Napoli, ormai per me gia laureata ed a mio giudizio a pieni voti e con migliaia di lodi, ha presentato la sua tesi di laurea con uno spettacolare Video Mapping dal titolo “Art remixed on Michelangelo’s David” dove il soggetto principale è stata la maestosa riproduzione del David di Michelangelo situata all’interno dell’ingresso della stessa Accademia.
Un mix di colori ed arte che, viaggiando tra passato e presente ma con lo sgardo rivolto al futuro, ha deliziato e lasciato a bocca aperta il pubblico presente alla presentazione il quale a fine proiezione ha applaudito la studentessa con orgoglio ed emozione per ciò che hanno assistito.
Un lavoro di sinergia, evoluzione di una ricerca iniziata nell’ambito del corso di “Applicazioni digitali per le arti visive” del prof. Donato Maniello relatore della stessa Tesi. 

Così come riportato sul sito di Valentina, 3David.it, la quale lo ha creato appositamente per presentare e condividere tali emozioni con tutto il mondo della rete, per questo evento “è stata usata una particolare tecnica di realtà aumentata, il video mapping, con lo scopo di rivalutare la riproduzione in scala reale del David di Michelangelo, presente all’interno dell’Accademia di Belle Arti di Napoli. Tale valorizzazione non vuole sostituire il valore stesso dell’opera, ma donare una nuova veste alla scultura e un nuovo metodo di fruizione attraverso l’istallazione multimediale”

Un nuovo modo di fare Arte ma soprattutto un nuovo modo di presentare l’arte che, con questa tecnica, vengono aumentate ed enfatizzate ancor di piu le straordinarie bellezze artistiche che la nostra Nazione ed in particolare la nostra terra, ne sono ricche da secoli.

Io immagino ad esempio, un evento del genere riprodotto agli scavi di Pompei o Ercolano, andando ancor di piu a ritroso nel tempo, sensibilizzando e mettendo a “Luce” le reali condizioni dei siti per un rilancio non solo artistico, ma anche culturale, salvando un Patrimonio che ultimamente vengono spesso dimenticati e lasciati nel degrado.
Chissà, magari Valentina Calabrese prenderà in considerazione questa mia idea e realizzerà un altro fantastico Video Mapping lasciando non solo il pubblico presente a bocca aperta, ma il mondo intero.

 

Rispondi